Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME SANITA' DEGLI ALVEARI Monitoraggio nazionale varroa

Monitoraggio nazionale varroa

email Stampa PDF
11/07/2020

monitoraggio varroa

Si è concluso il primo rilevamento 2020 dei valori di varroa foretica, promosso dal CRT Patologie apistiche dell'Unaapi.
Nella finestra di rilevamento del mese di giugno  35 operatori hanno comunicato i dati relativi a 377 apiari, per un totale di 3098 alveari monitorati. Trovate qui il bollettino riguardante i dati  rilevati e infondo all'articolo una cartina delle rilevazioni effettuate a partire dal 2013

Il 59,5% degli apiari monitorati sono nomadi e la consistenza media e di 31 alveari. Il trattamento invernale è stato eseguito con acido ossalico nel 94,0% degli apiari: il 4,3% in blocco artificiale della covata ottenuto con l'ingabbiamento della regina, il 46,8% in blocco naturale verificato, il 42,8% senza verifica del blocco in ogni singolo alveare.

I dati pervenuti sono stati raccolti per il 74,1% utilizzando l'alcool (es. Varroa Easy Check) e per il 25,9% con lo zucchero a velo per separare le varroe. A questo proposito è da segnalare l'affermarsi negli anni dell'utilizzo dell'alcol rispetto allo zucchero a velo.
In confronto con l'anno precedente l'infestazione si presenta su livelli complessivamente analoghi e più bassi rispetto al 2014. Occorre però evidenziare l'infestazione quasi doppia nelle regioni del Sud rispetto al centro-nord, dove si presenta su livelli superiori, ma la differenza non è statisticamente significativa, rispetto all'anno precedente. La leggera diminuzione complessiva dell'infestazione deriva da un'infestazione generalmente più bassa al nord-ovest, che è sovrarappresentato. Nel bollettino si possono consultare i livelli di varroa misurati nelle varie regioni.
L'attività di monitoraggio per fornire informazioni significative necessita di più anni di raccolta dati.
Si sottolinea che, nonostante un dato medio non allarmante si rilevano su tutto il territorio nazionale alcuni apiari che richiedono gà l'esecuzione rapida di un trattamento acaricida. Pertanto estendiamo l'invito agli apicoltori a monitorare i propri apiari per intervenire tempestivamente laddove necessario.
Intanto sul sito crt-pau.it riparte la seconda finestra temporale (10-20 luglio)  dedicata al monitoraggio, per partecipare è sufficiente registrarsi, mentre coloro che  sono già registrati (anche nel 2019), possono procedere ad inserire le nuove rilevazioni.

 

 

 


logoriftec2