Spesometro anche per gli agricoltori in regime di esonero

Stampa
7 aprile 2014

iva

Ricordiamo che il 21 aprile prossimo scade il termine ultimo per l'invio all'Agenzia delle Entrate dell'elenco delle operazioni effettuate nel corso del 2013 rilevanti ai fini IVA, lo "Spesometro" .

L'obbligo interessa tutti gli agricoltori titolari di partita IVA, anche coloro che sono  in regime di esonero (fatturato inferiore ai 7000 euro, senza tenuta di contabilità  IVA)

 

In pratica la norma prevede che venga inviato l'elenco dei clienti e fornitori che, nel caso del regime di esonero, riguarda l'elenco dei clienti ai quali con loro autofattura sono stati ceduti prodotti agricoli e l'elenco dei fornitori che hanno rilasciato all'agricoltore fattura per acquisto di beni e servizi inerenti l'attività.

L'invio dell'elenco all'Agenzia delle Entrate dovrà avvenire esclusivamente via telematica, direttamente se si è registrati ai servizi telematici dell'Agenzia dell' Entrate, o tramite intermediario rivolgendosi ad es. ai Centri di Assistenza Agricola o ad altro soggetto abilitato.

Infine si ricorda che lo Spesometro non è una dichiarazione, ma una comunicazione,  in caso di mancata o incompleta trasmissione dei dati si rende applicabile   la sanzione prevista dall’art. 11, D.Lgs. 471/97: da un minimo di 258 Euro ad un massimo di 2.065 Euro.

Share