Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Aethina tumida: lettera alle autorità

27 ottobre 2014

aethina piuQuesta mattina è stata inviata ai ministeri della agricoltura e della salute, oltre che alle differenti competenze della Regione Calabria interessate all'emergenza A. Tumida, una lettera a firma congiunta dei presidenti di Unaapi e Conapi.

Nella comunicazione, che trovate qui, si richiede la sospensione della  distruzione in Calabria di apiari e di allevamenti apistici, e la celere attivazione  di una cabina di regia che coinvolga attivamente le organizzazioni apistiche nazionali e regionali, oltre che quelle agricole,  sulle scelte da adottare rispetto all'emergenza A. tumida

Ricordiamo che analoga sospensione è stata di recente richiesta anche dal  dirigente del Dipartimento Agricoltura e Foreste della Regione Calabria.

Lettera Unaapi/Conapi

Lettera Dipartimento Agricoltura e Foreste Regione Calabria

 

Aethina. Report sulle posizioni ad Asti dei "responsabili" della veterinaria nazionale

24 ottobre 2014

Logo  CAReAll'annuale Convegno dell'Apicoltura Piemontese è stata rivista la scaletta originaria per fare spazio all'emergenza Aethina tumida. Il confronto tra i rappresentanti delle istituzioni chiamate a fronteggiare l'emergenza in Calabria, i veterinari pubblici della Regione Piemonte e i rappresentanti dell'apicoltura associata ha visto, tra momenti di tensione, la possibilità di uno scambio di vedute assai lontane, se non totalmente contrapposte.

Riportiamo qui i punti principali: (1) è in preparazione -senza alcun coinvolgimento del settore- un atto normativo che normerà le modalità per il controllo di Aethina e stabilirà gli indennizzi  per gli apiari distrutti, (2) si prevede di autorizzare il CheckMite (strisce di cumafos) per un eventuale passaggio ad una strategia di contenimento senza distruzione degli apiari in Calabria, (3) in tutti gli eventuali focolai secondari si distruggeranno gli apiari per tentare di eradicarli precocemente, (4) è possibile che il miele per uscire dalle zone infestate debba essere sottoposto a refrigerazione, (5) c'è l'intenzione di implementare nell'anagrafe apistica registrazioni molto onerose ed inutili come i movimenti di ogni singola arnia e qualsiasi spostamento di materiale biologico tra apiari.

Quelli che seguono sono appunti di sintesi presi nel convegno, sono quindi possibili omissioni o fraintendimenti.

 

Aethina tumida: il focolaio si estende sempre di più

aggiornato 23 ottobre 2014

2larve in favo

Con gli ultimi ritrovamenti i casi di Aethina salgono a 46 gli apiari infestati nel territorio di ben 12 comuni,approdando sulle pendici dell'aspromonte.

 

Il piccolo coleottero degli alveari sta velocemente dimostrando tutta la sua capacità di spostarsi e colonizzare nuovi areali.

 

Passata la prima fase d'emergenza, crediamo sia indispensabile aprire, e proporre a tutti i soggetti coinvolti, una riflessione sulle possibili prospettive.

 

Vespa velutina già a Savona?

15 ottobre 2014

20141016 velutina savonaLe associazioni apistiche liguri ALPA Miele, ApiLiguria, Nuova AssoApi Ligure e il DISAFA dell’Università di Torino, comunicano che è stato ritrovato in centro a Savona un esemplare di Vespa velutina, il temibile calabrone asiatico che dal 2004 a oggi ha conquistato la Francia e parte della Liguria di Ponente.

La segnalazione è stata fatta dall’apicoltore Valter Bordo, particolarmente sensibile ai temi ambientali in quanto Presidente Regionale Slow Food. Il rinvenimento di Savona, certificato dal Prof. Porporato è quello più orientale di cui si abbia oggi conoscenza. La cittadinanza è invitata a segnalare eventuali ritrovamenti sospetti alle associazioni apistiche attive per il contenimento dell’insetto.

Leggi il comunicato

 

Monitoraggio di Aethina tumida: perché e come?

6 ottobre 2014

20141001 164100 red

A seguito dell'allarme Aethina il CRT Patologie Apistiche di Unaapi ha:

  • effettuato una prima disamina della vasta documentazione scientifica e di campo,
  • provveduto a contattare e a confrontarsi con esperti internazionali, traducendo e sintetizzando tra l'altro il report della riunione via Skype con il dottor Pettis, 
  • partecipato propositivamente all'unico incontro realizzato dai Servizi Veterinari con le Associazioni apistiche, 
  • scelto e acquistato le trappole più opportune, tempestivamente recapitate in Calabria,
  • sottotitolato e reso fruibile a tutti gli apicoltori italiani il video del dottor Ellis su Aethina,
  • attivato e coordinato tutte le energie disponibili per una prima ricerca del coleottero in gran parte degli apiari d'Italia.

E' ora prioritario proseguire in tutta Italia il monitoraggio sistematico,  il più ampio possibile, per individuare precocemente eventuali focolai secondari

Di seguito le considerazioni e indicazioni su come procedere del CRT Patologie Apistiche di Unaapi.

 

Bee Life torna a ronzare. Parte la Fase II!

1 ottobre 2014

beelifeLa campagna Bee Life torna a ronzare, questa volta per coinvolgere chi non è ancora informato sulla principale causa del declino delle api: i pesticidi. La risonanza e quindi il successo della prima fase ha permesso tra l'altro la raccolta di un cospicuo numero di donazioni. Si riparte quindi oggi, 1° ottobre, con un nuovo appuntamento e con nuovi obiettivi. La seconda fase della campagna, che si concluderà il 31 dicembre, si pone  infatti una nuova, ambiziosa meta: la raccolta di 30mila euro, che si sommano ai 55mila già donati e già investiti nella prima fase, con l'incremento delle attività di Bee Life e il crescente coinvolgimento dei cittadini, in particolare  tramite i social network.

 

2° Concorso di vignette "Le Api per un'agricoltura durevole"

25 agosto 2014 

vignetta concorsoL'Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani (Unaapi), l'Associazione Apicoltori Professionisti Italiani (Aapi) e il Consorzio Nazionale Apicoltori Italiani (Conapi) indicono la seconda edizione del Concorso Premio per la migliore vignetta dedicata alla tematica della sopravvivenza delle api e degli insetti impollinatori denominato: "Le Api per un'agricoltura durevole".

Con il Patrocinio di Slow Food Italia e di Greenpeace Italia

Leggi tutto  per  tempi  e modalità di partecipazione...

 

E’ l’ora: Bando dei neonicotinoidi!

22 luglio 2014

20140722 monbiotIl giornalista George Monbiot ha pubblicato sul quotidiano The Guardian un importante e bello articolo, il 15 luglio 2014 dal titolo:

"E’ l’ora del Bando dei neonicotinoidi!
Per evitare un’altra primavera silenziosa Questi pesticidi distruggono ogni forma di vita in natura: l’evidenza non può essere negata.
Solo una moratoria mondiale potrà fermarli".

La traduzione dell’articolo di Monbiot, a cura di Unaapi: 

 

E' provato: dai neonicotinoidi sterminio dell'avifauna!

18 luglio 2014

rondine alamyUna nuova ricerca, pubblicata da Nature, dimostra come le popolazioni di uccelli siano nettamente diminuite nelle aree agricole a forte impiego di neonicotinoidi. Il drammatico e inarrestabile declino ha coinvolto principalmente storni, passeri e rondini;  e in generale tutti gli uccelli insettivori.

 

Aethina: intervista al prof. Hood

10 ottobre 2014

2014-10-10 hoodIl CRT Patologie Apistiche Unaapi ha contattato, in collaborazione con Francesco Colafemmina di Apitalia, l'Associazione degli Apicoltori della Carolina del Sud (South Carolina Beekeepers Association), uno degli stati USA in cui Aethina tumida sviluppa le popolazioni più consistenti. Il direttivo dell'associazione ci ha posti in contatto con il Professor William M Hood, docente emerito presso la Clemson University ed esperto apidologo, cui abbiamo potuto porre alcune domande.

 

Aethina tumida: un video per spiegare cosa è e come si controlla

6 ottobre 2014

Il CRT Patologie Apistiche dell'Unaapi ha contattato il dottor James Ellis, e ha chiesto l'autorizzazione a sottotitolare in italiano il suo video rivolto agli apicoltori che spiega ciclo vitale, comportamento e lotta al coleottero Aethina tumida, recentemente rinvenuto in Calabria.

Questo servizio è svolto dal CRT PA di Unaapi quale contributo per cercare di fornire all'apicoltura italiana utili strumenti per iniziare a conoscere questo nuovo, indesiderato ospite degli alveari.

Per aprire il video ...

 

Aethina: il CRT Patologie Apistiche intervista Jeff Pettis

29 settembre 2014

foto pettisJeffery S Pettis ricercatore capo presso il centro di ricerca apistico dell'USDA (United States Department of Agriculture) di Beltsville, intervistato dal CRT Patologie Apistiche dell'Unaapi, ha illustrato la situazione dell'infestazione da Aethina tumida (piccolo coleottero degli alveari) negli Stati Uniti. Le maggiori criticità emergono per la gestione dei melari, ed in alcuni areali nell'utilizzo dei mini nuclei di fecondazione. Nel proporre l'intervista integrale, ringraziamo nuovamente Jeff Pettis per la disponibilità e l'interesse dimostrato.

 

USA: contaminati da neonicotinoidi tutti i fiumi del Midwest

26 luglio 2014

neonics graphicLa United States Geological Survey -USGS - è l'agenzia scientifica del Governo degli Stati Uniti che studia territorio, risorse e rischi naturali nel paese.  E’ un ente di ricerca privo di poteri normativi che studia i fenomeni ambientali.

Un nuovo, importante studio di USGS indaga ed effettua prelievi e analisi, per la prima volta, sulla qualità delle acque e quindi accerta la diffusa contaminazione da neonicotinoidi di tutti i corsi d'acqua del Midwest, pubblicato da Environmental Pollution.

L’ uso di insetticidi sistemici è drammaticamente aumentato negli ultimi dieci anni negli Stati Uniti, soprattutto nel Midwest.

 L'uso di clothianidin nel mais nel solo Iowa è quasi raddoppiato tra il 2011 e il 2013.

 

Studio USA sui neonicotinoidi in agricoltura: non solo dannosi, inutili!

19 luglio 2014

20140719 seminaIl Center for Food Safety ha pubblicato uno studio di revisione della letteratura scientifica che accerta come i trattamenti insetticidi neonicotinoidi alle sementi comportano ben pochi benefici, non aumentano i raccolti, e causano invece danni ambientali ed economici. Lo studio dimostra che i benefici non superano i costi.

Gli autori hanno esaminato 19 studi peer-reviewed sulla relazione tra i trattamenti a base di neonicotinoidi e i rendimenti reali delle principali colture statunitensi. Otto studi hanno trovato che i trattamenti a base di neonicotinoidi non hanno fornito alcun significativo beneficio di rendimento, mentre 11 studi hanno mostrato benefici inconsistenti. Gli studi confermano evidenze provenienti da paesi europei che sono stati in grado di mantenere i raccolti, anche dopo aver vietato i neonicotinoidi. La revisione chiama in causa l'agenzia EPA - Environmental Protection Agency -per aver mancato condurre una approfondita analisi costi-benefici e incita EPA a sospenderne l'autorizzazione d'uso.

 

Nuova valutazione scientifica mondiale sui pesticidi sistemici: minaccia per api e biodiversità

Aggiornato il 28 giugno 2014

task force pesticidesPer quattro anni, 29 scienziati, membri della Task Force sui Pesticidi Sistemici, hanno condotto una valutazione globale su neonicotinoidi e fipronil e ne hanno preannunciato, oggi 24 giugno, in conferenza stampa a Bruxelles, la pubblicazione entro breve tempo. 

La valutazione di questo studio – con peer-review di 800 studi - conferma che neonicotinoidi e fipronil sono dei tattori chiave del declino delle api. Lo studio va anche oltre poiché la sua principale conclusione è il grave rischio da neonicotinoidi e fipronil per la biodiversità e gli ecosistemi.

Bee Life - Coordinamento Apistico Europeo saluta e apprezza a pieno questa valutazione indipendente, che conferma e chiarisce i danni constatati in campo dagli apicoltori negli ultimi 20 anni.

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

   inglese_18x12 francese_18x12 spagnola_18x12 tedesca_18x12

beelife banner salvare le api

 
 
 

spia 3

Spia - Tel 051 361466

Compila modulo web
  di segnalazione



logoriftec1

logoriftec2

Previsioni Meteo

meteo