Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME API AGRICOLTURA AMBIENTE Notizie - Api e pesticidi Morie e spopolamenti d'api su girasole in fiore

Morie e spopolamenti d'api su girasole in fiore

email Stampa PDF
6 agosto 2013
api morte alveareNelle varie regioni del centro Italia vocate alla coltura del girasole si fanno sempre più preoccupanti e numerose le segnalazioni di gravi fenomeni, con effetti di tipo neurologico, su apiari in raccolto di nettare di girasole.  Già la scorsa stagione diversi apicoltori avevano segnalato improvvisi, quanto inspiegabili, crolli di popolazione degli alveari in particolare in Puglia.
 
Quest'estate invece le segnalazioni provengono da Molise, Puglia e in particolare dalle Marche. Improvvisi e di varia gravità i fenomeni di spopolamento degli alveari. A fronte di una buona se non ottima raccolta di miele di girasole, le api nei melari e nelle famiglie d'api sono pochissime!
Impressionante in particolare la strage d'api documentata da un produttore apistico in un apiario in provincia di Fermo nelle Marche: api a grappoli morte o morenti nelle corolle dei fiori, api che si trascinano in preda a convulsioni nei pressi degli alveari 
Quali sono le novità intervenute di recente nella coltura del girasole?

In effetti da pochi anni a questa parte sono state proposte e diffuse delle sementi "con modificazione OGM nascosta" (derivate da mutagenesi, che è una modificazione genetica esclusa dall'ambito di applicazione della direttiva 2001/18 in materia di OGM), per essere tolleranti a un diserbante che viene irrorato quando le piantine di girasole sono già sviluppate e che eliminano i "ricacci" delle sementi di girasole presenti nel terreno (i girasoli con tanti boccioli floreali).

Per l'ennesima volta l'"innovazione" è stata introdotta senza considerare svariate possibili se non assai probabili conseguenze negative d'impatto sull'ambiente e in particolare su api e insetti impollinatori.

Lo studio richiesto dai Ministeri francesi di Agricoltura e Ambiente agli Istituti nazionali agronomici INRA e CNRS - pubblicato già nel 2011 -  propone conclusioni assai preoccupanti per una variegata serie di potenziali e notevolissimi danni connessi all'uso di tali sementi geneticamente modificate, per: 

Contaminazione genetica
Mancanza di studi di impatto sulle api
Inquinamento delle acque
Incremento dei fenomeni di  resistenza

Un ampio fronte di organizzazioni agricole, apistiche e ambientali francesi ha quindi espresso viva preoccupazione e chiesto al Governo francese di intervenire con un documento unitario (pdf, FR)

 

Commenti 

 
#1 eugenio 2013-08-07 16:04 salve!
come sempre,ignorant i e criminali!fanno male a loro agli apicultori al ambiente!in più si ritrovano poveri contadini anche con le tasche vuote sempre pensando di guadagnare qualcosa se usano questi tipi di sementi
CONTADINI SVEGLIATEVI!SOL O LE PIANTE RUSTICHE(SEMENT I)ADATTE ALLA VOSTRA ZONA VI DARANO SODISFAZIONE E DEI BEI RACCOLTI!
BASTA RIEMPIRE LE TASCHE DI QUELLI CHE VI VENDONO VELENI E OGM!NON AVVELENATE PIU LA TERRA!
NON QUADAGNATE NIENTE,GUADAGNA NO QUELLI CHE LI VENDONO!!!!!!!! !!!
Citazione
 


logoriftec1