Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
in_primo_piano

Qui l'ultimo numero di l'apis

su www.apicolturadomani.it  il programma del convegno Unaapi ad Apimell

Il consiglio direttivo Unaapi si rinnova

logo unaapiVenerdì 15 marzo

Domenica 3 marzo si sono svolte le elezioni per il rinnovo del direttivo Unaapi.

Giuseppe Cefalo è stato riconfermato Presidente. Diventa vicepresidente Paola Bidin (Arpat Toscana).

Consiglieri: Lidia Agnello (Aspromiele), Davide Bosio (Aspromiele), Andrea Casaretto (AAPI), Armando Lazzati (Apilombardia), Anna Ganapini (Associazione Apicoltori Reggio Parma), Roberto Reggiani (Associazione Apicoltori Reggio Parma), Luigi Albo (APROCAL Calabria), Giorgio Baracani (Associazione Apicoltori Felsinei Le Nostre Api), Daniele Greco (ARAP Puglia), Giovanni Caronia (ARAS Sicilia), Luigi Iacovanelli (Ass. Apicoltori Professionisti d'Abruzzo), Pancrazio Benevento (Associazione Apicoltori Lucani), Pietro Maggiorelli (Arpat Toscana), Angelo Petretta (APAS Campania).

Probiviri: Francesco Panella, Dario Trucco (ARAM Molise), Nino Schirra (Apiaresos Sardegna)

Tesoriere: Vanni Floris (Arpat Toscana).

 

Convegno Unaapi ad Apimell sabato 2 marzo

16 febbraio 2019

apimell2018

Si terrà sabato 2 marzo ad Apimell, Sala A, per tutto il giorno, il convegno Unaapi dal titolo "L'apicoltura di domani: tra tecnologia genomica, monitoraggio e internazionalizzazione"

Durante la mattinata, Elio Bonfanti, dell'azienda Melyos, e il prof. Giulio Pagnacco dell'Università di Milano ci illustreranno il progetto Beenomix, entrando nel dettaglio dell'esperienza aziendale e della selezione e biodiversità in apicoltura. A seguire, Andrés Salazar ci parlerà di Beelife, il Coordinamento europeo dell'apicoltura, mentre Sandra Evans (Arnia) della tecnologia applicata per una migliore salute delle api attraverso il progetto IoBee (Internet of Bees).

Il pomeriggio sarà interamente dedicato a Innov'Api, il programma europeo di cooperazione transfrontaliera tra Francia e Italia. I ricercatori francesi dell'INRA (Istituto Nazionale francese della ricerca agronomica) e i ricercatori italiani dell'Università di Torino, ci parleranno dello scopo del progetto (contrasto alla varroa, performance della colonia, incidenza economica sulle aziende) mentre le attività in campo del programma (controllo apiari) ci verranno illustrate dai tecnici italiani di Unaapi e dai francesi di ADAPI, per lasciare poi la parola agli apicoltori in merito all'asportazione di covata come tecnica di lotta a varroa.

Seguirà una tavola rotonda con i rappresentanti di Unaapi e delle associazioni francesi di ADAPI (Associazione di Sviluppo dell'Apicoltura Provenzale) e ADA AURA (Apicoltura Regione Auvergne-Rhône-Alpes).

Il programma è consultabile sul sito www.apicolturadomani.it 

 

 

Unaapi: sempre al fianco dell'apicoltura italiana

13 febbraio 2019

Con l'ingresso, nel 2018, dell'Associazione Apicoltori del Piceno (Marche) in Unaapi, a oggi sono 17 le associazioni territoriali e 15 le regioni italiane dove Unaapi è presente.

La storia risale al 1981, quando Unaapi viene fondata dal suo primo presidente, il carismatico apicoltore Onelio Ruini. Da quel momento, tanta strada è stata fatta, tante battaglie portate avanti, in primo luogo quella per l'obbligo di indicare in etichetta l'origine di tutti i mieli che compongono le miscele (2006), fino al divieto europeo dell'uso di tre neonicotinoidi in campo aperto (2018).

poster1poster2poster3


 

PAC 2021/2027: Le proposte concrete di Unaapi, Cia, Copagri e Osservatorio del Miele al Mipaaft

18 gennaio 2019

Aumentare il budget destinato all’apicoltura nell’ambito della PAC; riconoscere e affermare il ruolo fondamentale che gli insetti pronubi espletano sia per l’impollinazione delle piante agrarie sia per la salvaguardia della biodiversità; incentivare un’agricoltura integrata che adotti pratiche sostenibili per l’ecosistema e l’apicoltura; adottare e implementare le linee guida dell'EFSA per l'autorizzazione degli insetticidi; individuare misure specifiche e mirate per la tutela e lo sviluppo dell’apicoltura; avviare un diffuso monitoraggio degli insetti impollinatori.

Sono queste, molto in sintesi, le proposte avanzate da Unaapi (Unione nazionale associazioni apicoltori italiani), Cia, Copagri e Osservatorio nazionale del miele, contenute in un documento congiunto inviato al Mipaaf, che può essere consultato a questo link, assieme al comunicato stampa:

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (cs_apicoltura_cia_unaapi_copagri_ossmiele.pdf)Comunicato_stampa 272 Kb
Scarica questo file (proposte_PAC_2020.pdf)Proposte_Unaapi_Cia_Copagri_Osservatorio_PAC-2021-27 307 Kb
 

35º Congresso Aapi a Policoro (MT), Basilicata

Aggiornato 17 gennaio 2019 - 12 dicembre 2018

2019 aapi coverXXXV Congresso dell’apicoltura professionale AAPI

30 gennaio / 3 Febbraio 2019

Hotel Marinagri

Viale San Giusto, Località Torre Mozza

75025 Policoro (MT)

 

Lettera al Ministro Centinaio per il pieno sostegno delle linee guida EFSA sui pesticidi

7 dicembre 2018

Il 12 e 13 dicembre si terrà un incontro al "Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi" (SCoPAFF, sezione fitofarmaceutici). Tra i punti in elenco, si voterà sull'applicazione o meno delle linee guida presentate dall'EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) in merito alla valutazione dei potenziali rischi che i pesticidi rappresentano per le api e gli altri insetti impollinatori.

Le linee guida dell’EFSA, elaborate nel 2013, fanno riferimento a un’ampia gamma di potenziali impatti, includendo gli effetti dell’esposizione cronica e gli effetti sulle larve, oltre che sulle api, e
tengono in considerazione anche i rischi per le api selvatiche, oltre a quelle allevate. Il bando di 3 neonicotinoidi avvenuto nella primavera di quest'anno, è un importantissimo risultato, ma non è ancora sufficiente, poiché altre sostanze, vecchie e nuove, sono ancora ammesse.

Con questa lettera, Unaapi chiede al Ministro Centinaio di sostenere in rappresentanza dell'Italia la piena e totale applicazione delle linee guida EFSA in merito ai meccanismi di valutazione del rischio per l'approvazione all’uso dei pesticidi nell’Unione europea.

Linee guida EFSA su pesticidi e api: http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/pub/3295

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Lettera ministro Centinaio EFSA.pdf)Lettera ministro Centinaio EFSA.pdf 765 Kb
 

Corso Copait sulla produzione della pappa reale

05 Novembre 2018

Coapit orgnanizza a Poppi (AR), il Venerdì 23 e Sabato 24 Novembre 2018:

CORSO SULLA PRODUZIONE DELLA PAPPA REALE

I relatori del corso, sono produttori di Pappa Reale provenienti da diverse regioni italiane, per porre in evidenza l’importanza dei metodi di produzione in ambienti e periodi stagionali diversi. Particolare attenzione sarà riservata agli aspetti economici e commerciali.

 

Fine dello spesometro per gli agricoltori con fatturato inferiore ai 7000 euro

8 agosto 2018

agenzia entrate Finalmente è stata abrogata l'inutile procedura dello spesometro per gli agricoltori in regime di esonero IVA, cioè con fatturato inferiore ai 7000 euro.

Come indicato nel Decreto legge 12 luglio 2018, n. 87 (Decreto dignità), trasformato in legge martedì 7 agosto, "a decorrere dal 1° gennaio 2018 sono esonerati dalla comunicazione i soggetti passivi di cui all'articolo 34, comma 6, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633", cioè gli imprenditori agricoli con fatturato inferiore ai 7000 euro.

Per questi agricoltori decade sin da adesso l'obbligo di inviare i dati delle autofatture eventuali, inutile incombenza in vigore sin dal 2013 - (con l'esclusione per il 2018 degli imprenditori in esenzione residenti nei comuni montani).

Invece per tutti gli altri agricoltori peremane l'inutile incombenza, ma cambiano i termini di scadenza per la trasmissione dei dati delle fatture . Chi ha optato per la trasmissione trimestrale ha tempo sino al 28 febbraio 2019 per inviare i dati relativi al terzo trimestre 2018. Per  lo spesometro a cadenza semestrale  i termini sono fissati al 30 settembre per il primo semestre e al 28 febbraio dell'anno successivo per il secondo semestre.

 

Lettera al Mipaaf contro l'import di miele di provenienza cinese

21 luglio 2018

Il Presidente di Unaapi Giuseppe Cefalo ha inviato al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali una lettera di denuncia (in allegato) per  il miele di provenienza cinese importato e commercializzato nel mercato italiano ed europeo.honey dripping 556744918 1200

Il miele di provenienza cinese, infatti, non risponde alla normativa europea perchè spesso la sua produzione riguarda miele immaturo con un alto contenuto d'acqua, che viene poi conferito a "fabbriche del miele" che provvedono a lavorarlo, filtrarlo e deumidificarlo. Da questo processo - che avviene in fabbrica e non nell'alveare, come invece  prevede la norma  - deriva un prodotto senza le varie componenti caratteristiche del miele (Direttiva europea 2011/110/CE, Codex Alimentarius 1981).

Unaapi ritiene che la commercializzazione consapevole di qualsiasi prodotto alimentare, che non soddisfa gli standard previsti dalla norma, sia frode alimentare e chiede al Ministro di attivare tutte le misure necessarie per porre fine a questo grave scandalo.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (lettera Ministro Centinaio.pdf)lettera Ministro Centinaio.pdf 1173 Kb
 

Legge di Bilancio 2019: due milioni in arrivo per l’apicoltura nel biennio 2019-2020

2 gennaio 2019

Con l’approvazione della Legge di Bilancio alla Camera avvenuta il 30 dicembre 2018, il settore apistico vede riconosciuti due milioni di euro per il biennio 2019-2020. Questi aiuti sono arrivati grazie alle proposte di Unaapi e all’impegno costante di alcuni parlamentari, in particolare dell’on. Paolo Parentela, della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.

Questo il testo, all’articolo 1, comma 384: “Per la realizzazione di progetti nel settore apistico finalizzati al sostegno di produzioni e allevamenti di particolare rilievo ambientale, economico, sociale e occupazionale è autorizzata la spesa di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020. All’attuazione della disposizione di cui al presente comma si provvede con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, da emanare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.”

L’on. Paolo Parentela, assieme alla senatrice Margherita Corrado e al sottosegretario al Mipaaft Alessandra Pesce, saranno presenti il prossimo febbraio al Congresso degli apicoltori professionisti Aapi che si svolgerà a Policoro (Matera) per riferire proprio sulle iniziative politiche nel settore apicoltura.

 

Il Manifesto degli Apicoltori d'Italia

1 dicembre 2018

Il Manifesto Unaapi degli Apicoltori d'Italia, presentato dal presidente Giuseppe Cefalo domenica 25 novembre durante il Convegno Aspromiele di Oleggio (Novara) è consultabile e scaricabile qui:

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (manifesto_apicoltori_italia.pdf)Il Manifesto degli Apicoltori d'Italia 31 Kb
 

Francesco Panella tra i finalisti del premio Ambientalista dell'Anno

Manifestazione a Roma al Mipaaf 09 aprile 2008

13 novembre 2018

Francesco Panella è tra i finalisti del Premio Luisa Minazzi come "Ambientalista dell'anno" promosso da Legambiente Onlus e dal mensile La Nuova Ecologia.

Nel corso di tutti questi anni Panella, apicoltore, direttore della rivista d'apicoltura l'apis, presidente di BeeLife European Beekeeping Coordination e già presidente di Unaapi, ha animato sulla scena nazionale e internazionale la coalizione a difesa degli insetti impollinatori e a favore di un'agricoltura sostenibile.Audizione al Parlamento Europeo Strasburgo 2010 con gli Onorevoli Lulling e De Castro

Questa variegata e determinata alleanza ha finalmente ottenuto la messa fuori legge dei tre più importanti insetticidi usati al mondo. Un grande risultato anche perché, per la prima volta non per gli effetti sulla salute dell'uomo, ma per quelli su api e ambiente. 

Votare Panella è votare tutto lo "sciame civico" che lui ben rappresenta.

Si vota entro il 25 novembre a questo link: http://www.premioluisaminazzi.it/votazione-on-line/

Ma come ci si è arrivati allo stop ai neonicotinoidi? Con battaglie lunghe anni, in Italia e all'estero. Per chiunque volesse approfondire, abbiamo raccolto una serie di link dal 2003 ai giorni nostri. Buona lettura!

 

L’associazione Apicoltori del Piceno entra a far parte della rete Unaapi

5 ottobre 2018

L’associazione Apicoltori del Piceno entra a far parte della rete Unaapipiceno

L’associazione Apicoltori del Piceno è entrata a tutti gli effetti nella famiglia Unaapi. La presidente di questa giovane associazione, Serena Lazzarin, ci racconta un po’ la storia: “Abbiamo scelto questo nome per abbracciare tutto il territorio della regione, perché i Piceni erano gli abitanti di questo versante adriatico dell’Appennino prima che i Romani ci portassero i loro coturni. A oggi siamo circa 60 soci per un totale di circa 2500 alveari, le nostre arnie sono disseminate fra le province di Ascoli, Fermo e Macerata. Siamo apicoltori professionisti e amatoriali che, pur non sottostimando l’importanza della redditività, tengono in massima considerazione l’impegno sui temi ambientali; per questo puntiamo su conduzioni improntate al biologico, che sia o meno certificato.

Dal primo brindisi avevamo visto in Unaapi una meta lontana, per quando saremo diventati ‘grandi’ e ben organizzati; invece, in modo del tutto imprevisto, Francesco Panella si è presentato dalle nostre parti per conoscerci già nell’aprile del 2016. A distanza di un solo anno, Giuseppe Cefalo, accompagnato da una rappresentanza scintillante dei suoi tecnici (Giovanni Guido e Massimiliano Gotti, ndr), ci ha offerto una giornata di studio a Smerillo, uno dei nostri deliziosi borghi di collina. Ci ha invitati in quell’occasione a partecipare alla imminente riunione del CRT a Rimini, per poi offrirci di entrare stabilmente nella rete dei tecnici apistici delle associazioni Unaapi.”

A settembre 2018 l'assemblea dell'associazione picena ha ufficialmente votato l’entrata in Unaapi.

 

Assemblea di “mezza stagione” Aapi, un primo quadro sull’andamento delle produzioni

28 luglio 2018

L'assemblea Aapi di fine luglio a Modena, grazie alla presenza congiunta di produttori da tutta Italia, rappresenta ormai da anni un appuntahoneypotsmento utile e immancabile per avere una prima stima sulle produzioni di miele italiano

Produzioni

 Falsa partenza

Prima di affrontare il tema produzioni è doveroso sottolineare come l'innalzamento delle temperature a febbraio e il successivo crollo termico nel mese di marzo abbiano fatto registrare mortalità elevate e famiglie nel complesso piccole e debilitate a inizio primavera. Questa situazione non è omogenea in tutta Italia e si è concentrata prevalentemente nel centro nord dove le perturbazioni di marzo (Burian) hanno colpito con più violenza e le produzioni 2017 sono state più scarse. Da registrare inoltre forti spopolamenti nel nord est nel mese di aprile probabilmente collegati ad impiego di pesticidi in agricoltura.

 

Anagrafe apistica nazionale: ultime novità

12 giugno 2018

banner anagrafeE’ stata finalmente modificata in anagrafe apistica (BDA) la procedura di segnalazione di vendita  di alveari, sciami e regine.
Come da sempre richiesto dall’Unaapi, per tutelare la privacy delle aziende apistiche, nella segnalazione di vendita in BDA è sufficiente ora indicare il codice di allevamento dell’azienda destinataria. 

Non è più quindi necessario che il il fornitore indichi, e quindi conosca,  anche lo specifico apiario di destinazione della merce.

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 3

   inglese_18x12 francese_18x12 spagnola_18x12 tedesca_18x12

 
fb icon 325x325


logoriftec1

logoriftec2

Previsioni Meteo

meteo