Il miele di millefiori dell'Appennino cristallizza alcuni mesi dopo il raccolto. Il colore varia a seconda dei fiori da cui proviene e può sfumare dall'ambra al colore del rame. Anche l'odore e il sapore non sono mai uguali e, a seconda dell'annata, possono ricordare, più o meno intensamente, il profumo di fiori o quello di certi frutti. È ottimo come miele da tavola o come dolcificante naturale. Molto aromatico, è particolarmente apprezzato dai consumatori che nel sapore vi ritrovano il richiamo al miele dell'infanzia.