Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME API AGRICOLTURA AMBIENTE Notizie - Api e pesticidi De Petris: stop ai pesticidi killer delle api

De Petris: stop ai pesticidi killer delle api

email Stampa PDF
24 maggio 2007

La situazione negli alveari è particolarmente grave “Gli studi condotti anche da istituti universitari e di ricerca italiani concordano nell’attribuire ai pesticidi della classe dei neonicotenoidi gravi responsabilità nella strage delle api che mette a rischio l’ambiente e l’impollinazione delle colture agricole in vaste parti del Paese. E’ necessario e urgente un...

 

...intervento precauzionale del Ministero della Salute che sospenda dal commercio questi prodotti in attesa di ulteriori accertamenti”. Loredana De Petris, senatrice dei Verdi e capogruppo in Commissione Agricoltura, insiste oggi nel richiedere la sospensione dal commercio, analogamente a quanto già avvenuto in Francia, dei prodotti fitosanitari contenenti i principi attivi Fipronil, Imidacloprid, Thiametoxan e Clothianidin, utilizzati prevalentemente per la concia delle sementi di mais e sui vigneti per gli interventi di prevenzione della flavescenza dorata.

“La situazione negli alveari - dichiara la senatrice - è stata quest’anno particolarmente grave perché agli effetti dei prodotti tossici si sono sommati quelli del cambiamento climatico. Ma la giusta ricerca delle concause della strage non deve esimere dal prendere subito tutte le misure per limitare un danno che si riflette a catena su produzioni di frutta e ortaggi del valore stimato in 2,5 miliardi di euro”.

“I Ministeri della Salute e delle politiche agricole - conclude l’esponente dei Verdi - hanno già ricevuto dall’Istituto nazionale di apicoltura e dall’Istituto zooprofilattico delle Venezie documentazione di rilievo sull’azione fortemente neurotossica dei neonicotenoidi e sulle concentrazioni dei prodotti in questione rilevate sulle api morte. Ci sono tutti gli elementi per un intervento cautelativo che può fra l’altro facilitare la diffusione di prodotti non dannosi per l’apicoltura, anche mediante una idonea azione di informazione rivolta alle aziende agricole”. (by APCom)

Altre notizie sul tema avvelenamenti


 


logoriftec1