Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
HOME API AGRICOLTURA AMBIENTE Notizie - Api e pesticidi Nuove segnalazioni di avvelenamenti dalla Lombardia

Nuove segnalazioni di avvelenamenti dalla Lombardia

email Stampa PDF
26 aprile 2007

Nuovo e significativo peggioramento della situazione in Lombardia. Aumentano quotidianamente gli alveari colpiti. Oltre 600 alveari nel sud della provincia di Varese. 26 aprile: altri 300 alveari nella zona Magenta-Abbiategrasso.

Testo comunicato stampa Apilombardia (pdf 35 kb)

AVVELENAMENTI IN PIANURA PADANA
22 aprile 2007

Anche quest’anno puntualmente con l’arrivo della primavera e della ripresa dell’attività agricola sono...

 

...segnalati avvelenamenti delle api. Diversi apicoltori di Lombardia e Piemonte hanno fatto pervenire all’U.N.A.API. segnalazioni di improvvisi e “misteriosi”spopolamenti degli apiari. L’ipotesi più che fondata, ma ancora da provare, è che siano conseguenti all’adozione da un lato di potenti seminatrici pneumatiche e dall’altro di concianti dei semi di mais e di diserbanti in polvere che vengono distribuiti durante le operazioni di semina con una notevole e addirittura visibile dispersione di sostanze chimiche con una “nuvola colorata” che per deriva deposita su fioriture contigue (ad es. tarassaco) e che permane a copertura della vegetazione. Sono colpite bottinatrici: in alcuni casi con mortalità acuta e rinvenimento della totalità delle api morte davanti all’alveare, in altri casi con spopolamenti (scomparsa delle bottinatrici dall’alveare) con le api che muoiono lontane dall’alveare; la mortalità può essere circoscritta nel tempo oppure protrarsi per più giorni. In molti casi è stata riscontrata una maggiore mortalità in corrispondenza dei primi voli mattutini, forse in relazione alla raccolta di acqua di rugiada contaminata.

La seguente tabella offre un quadro di dettaglio delle segnalazioni lombarde più circostanziate pervenute negli ultimi 15 giorni all’associazione Apilombardia.

Provincia/zona Alveari colpiti Fenomeno osservato Possibile causa
BRESCIA-zona Bassa bresciana Oltre 200 Mortalità acuta e spopolamento Diserbo su prati di loietto
CREMONA-zona Casalmaggiore 85 Mortalità acuta Trattamento contro afidi del frumento
CREMONA 50 Mortalità acuta Semina mais, diserbo tare e fossi
CREMONA-zona Crema 10 Mortalità acuta Semina mais
CREMONA-zona Soresina 10
Mortalità acuta Trattamento su frutteto
PAVIA-zona Bassa Lomellina 90 Mortalità acuta e spopolamento Trattamento su pioppo e semina mais
MILANO-zona Magenta Abbiategrasso 80 Spopolamento Semina mais

In Piemonte invece la segnalazione proviene da un apicoltore che conduce un apiario nel pinerolese.

Si raccomanda agli apicoltori di effettuare un attento e costante monitoraggio sulla consistenza delle popolazioni degli alveari e di tempestivamente prendere contatto con le Associazioni apistiche operanti nel territorio di richiedere, e se necessario pretendere, il prelievo da parte delle Asl di campioni ufficiali e quantomeno di raccogliere e inviare, agli enti indicati, campioni di api secondo il protocollo per la ricerca analitica del principio attivo responsabile.

Questionario

La sensibilizzazione delle autorità preposte dipende anche dalla capacità d’iniziativa degli apicoltori singoli ed associati.

 


logoriftec1