Mieli d'Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Autoformazione Aiaar 2017 - Gli allevatori di regine si incontrano a Rimini

13 novembre 2017
Aiaar Naranja

Nuovo appuntamento per gli allevatori di regine Italiane che in questa edizione del 2017 si troveranno a Rimini per la loro annuale autoformazione. Un programma ricco e innovativo con ospiti di rilievo internazionale:

 

La Regione Campania sarà la sede del Congresso Aapi 2018

4 novembre 2017

sitounaapiLa 34º edizione del Congresso di apicoltura professionale Italiana si terrà a Capaccio Paestum (SA), presso l’Hotel Ariston in via Laura 13, dal 31 gennaio al 4 febbraio 2018.

 

I lavori congressuali si svilupperanno da giovedì 1 a sabato 3 febbraio, mentre il mercoledì 31 gennaio sarà dedicato a corsi di formazione specialistici e la domenica 4 febbraio alle visite aziendali.

 

L’apicoltura campana si colloca tra le prime otto apicolture regionali e al terzo posto tra quelle meridionali e insulari con una consistenza che supera i sessantasettemila alveari. Un settore fortemente in crescita, caratterizzato da tante piccole realtà produttive. La principale produzione apistica è il miele, ma ci sono importanti aziende specializzate nella produzione di api regine. Inoltre, la Campania è diventata negli ultimi anni la regione leader d’Italia per l’organizzazione dei servizi d’impollinazione.

 

Appena disponibili, comunicheremo tutte le informazioni logistiche.

 

Firmata l’intesa per le buone pratiche agricole e la salvaguardia del patrimonio apistico

24 ottobre 2017

Si è svolta  a Roma, presso il Palazzo dell’Agricoltura la firma dell’intesa per l’applicazione delle buone pratiche agricole e la salvaguardia delle api nei settori sementiero e ortofrutticolo.

2017 firma protocollo sementi

All’incontro, svoltosi alla presenza del Vice Ministro Andrea Olivero, hanno partecipato le organizzazioni professionali agricole Confagricoltura e Confederazione italiana agricoltori, Alleanza cooperative, Associazione italiana sementi, Associazione sementieri mediterranei (AS.SE.ME.), Confederazione agromeccanici e Agricoltori Italiani (i contoterzisti), gli agricoltori moltiplicatori di semi (Coams), la Federazione nazionale dei commercianti di prodotti per l'agricoltura, la Federazione Apicoltori Italiani (FAI) e la Unione Nazionale Associazioni Apicoltori(UNAAPI).

 

Un’altra occasione mancata per parlare seriamente di miele

23 ottobre 2017

concorso mieleVolentieri pubblichiamo un comunicato congiunto di Associazione Ambasciatori dei Mieli, iscritte e iscritti all’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele, apicoltori aderenti Unaapi (Unione Nazionale Apicoltori) e Aapi (Associazione Apicoltori Professionisti Italiani), soci Conapi, a commento della trasmissione “mi manda rai 3” andata in onda il 18 ottobre scorso, augurandoci che possa essere di stimolo, affinché siano date ai consumatori le informazioni corrette e nelle modalità più opportune.

 

Pesticidi, pesticidi dappertutto!

Gli alimenti principali delle api sono solo due: il nettare e il polline. Il nettare è la loro principale fonte di carboidrati, da cui deriva il nostro amato miele. Il polline e’ la loro principale fonte proteica. Però ci sono brutte notizie per le api, per l’ambiente, e per tutti noi: due studi pubblicati recentemente dimostrano che sia il nettare che il polline sono contaminati da numerosi pesticidi. Tosi et al 2018 graphical abstract3

 

Tavola rotonda su avvelenamenti di alveari in Puglia

5 ottobre 2017

2017 avvelenam Massafra 2

Si è svolta venerdì 29 settembre 2017 presso il Palazzo della Cultura di Massafra (TA) una tavola rotonda promossa e organizzata da Unaapi in collaborazione con l’amministrazione comunale di Massafra, ARAP e Associazione apicoltori professionisti d’Abruzzo, sul tema

Avvelenamenti dolosi di alveari nel distretto agrumicolo di Taranto

L’incontro mirava a creare un momento di confronto e riflessione con le istituzioni, dopo gli avvelenamenti dolosi di oltre 200 alveari perpetrati a danno di vari apicoltori professionisti abruzzesi nel mese di maggio, durante la fioritura degli agrumi nella provincia di Taranto.

 

1 milione e 300.000 per lo Stop al Glifosato

4 luglio 2017 

Gli apicoltori italiani festeggiano il risultato della campagna raccolta firme della coalizione StopGlifosato. Di seguito il comunicato stampa.

Un milione trecentoventimila firme. Sono quelle raccolte per chiedere alla Ue di bandire il glifosato dai nostri campi e quindi dalle nostre tavole. È il risultato dell’Iniziativa dei cittadini europei (Ice) lanciata pochi mesi fa da un gruppo di associazioni ambientaliste e non solo che le ha consegnate ai Paesi membri per la verifica delle firme raccolte. Un milione e ottantamila sono state quelle ottenute online, cui si sono aggiunte le 237 mila raccolte materialmente a banchetti sparsi in tutta Europa.

L’Italia ha dato un suo importante contributo con oltre 73 mila firme, superando di molto il quorum di 54 mila necessarie in appena quattro mesi di campagna: è merito dei cittadini che si sono mobilitati e delle organizzazioni che hanno aderito alla campagna”, dice Maria Grazia Mammuccini, portavoce della Coalizione StopGlifostato, che raccoglie 45 sigle associative. 

 

Un comune pesticida neonicotinoide riduce l’abilità di volo delle api!

27 aprile 2017

Un pesticida neonicotinoide comunemente usato in agricoltura, thiamethoxam, altera l’abilità di volo delle api. E’ questa la scoperta fatta da un gruppo di ricercatori dell’Università di Bologna e dell’Università della California, San Diego. Lo studio, pubblicato il 26 Aprile, è disponibile per tutti qui.

Il mulinello e il test del volo

I ricercatori hanno usato un “mulinello” (“flight mill”, foto qui), appositamente costruito per testare il volo di questi impollinatori. Tale strumento misura la velocità, la distanza e la durata dei voli delle api, ed ha permesso di studiare come le abilità di volo siano influenzate dall’assunzione del pesticida.

 

Lettera al Ministro Martina , stop ai pesticidi dannosi per le api

17 marzo 2017

pesticidi

L'Unaapi sottoscrive la lettera di Greanpeace al Ministro Martina per chiedere il bando dei prodotti fitosanitari dannosi per le api.

Qui il testo della lettera, sottoscritta anche da Conapi e Pan Italia, con la quale si sollecita che l'Italia assuma una chiara posizione per il divieto totale d’uso nella Ue di imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam, e sostenga la piena applicazione delle linee guida dell'EFSA del 2013 sulla valutazione dei rischi per le api per tutte le autorizzazionid’uso di prodotti fitosanitari nella Ue.

 

Una prima vittoria. L’Italia voterà no al rinnovo dell’autorizzazione al Glifosato

20 ottobre 2017

Il 25 ottobre i Paesi Ue saranno chiamati a votare e i rappresentanti italiani esprimeranno la loro netta opposizione. Il Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina si era già espresso per la netta opposizione alla proposta della Commissione, il 18 ottobre anche la Ministra della Salute, Beatrice Lorenzin in un incontro con gli attivisti di Greenpeace ha comunicato l’opposizione dell’intero Governo alla ri-autorizzazione della molecola erbicida: “l’Italia voterà contro il rinnovo dell’autorizzazione al Glifosato”.
Lo scorso 3 luglio la coalizione Stop Glyphosate ha presentato ufficialmente i risultati dell’Iniziativa dei cittadini europei (ICE) a 28 autorità nazionali europee: 1.320.517 firme raccolte, quindi è stato raggiunto ampiamente il quorum.
Intanto, verso la fine di luglio, la Commissione europea ha riaperto il dibattito con i paesi membri sulla possibilità di rinnovare per altri 10 anni l’autorizzazione all’uso del glifosato, ma il Commissario per la Salute e la Sicurezza Alimentare, Vytenis Andriukaitis, ha reso noto che la Commissione europea non intende rinnovare la licenza senza il sostegno di una maggioranza qualificata degli Stati membri.

 

Apimell Special edition 2017: convegno Unaapi

8 ottobre 2017

logo APIMELLspecialeditiontrasp 1In occasione della edizione autunnale di Apimell, il 28 e 29 ottobre a Piacenza, si terrà sabato alle 9:30 in Sala A, il consueto convegno organizzato dall'Unaapi sul tema

Cambiamenti climatici e nuovi parassiti: le future sfide dell’apicoltura Italiana"

Scarica il programma

 

Incontro Aapi di mezza stagione - i dati sulle produzioni di miele italiano

01 agosto 2017

concorso mieleCome di consueto si è svolto a Modena, il 26 luglio, l'incontro di mezza stagione dell'Aapi.

L'evento rappresenta un momento importante di condivisione e confronto sulle tematiche del momento e per fare il punto sull'annata apistica produttiva, ormai avviata alla conclusione.

Riportiamo quanto riferito dagli apicoltori professionisti presenti a Modena in merito alle produzioni.

 

Indagine in Friuli per "disastro ambientale" da neonicotinoidi

29 maggio 2017

Oltre ottanta  perquisizioni eseguite dalla Forestale il 18 e 19 maggio in altrettante aziende agricole della provincia di Udine, questa volta, l’attività punta non soltanto a individuare piante di mais e sementi contenenti i principi attivi “imidacloprid” e “clothianidin”, ma anche i relativi recipienti, le attrezzature usate per la concia e documentazione relativa alla compravendita delle sementi e dei fitofarmaci.

Avviate da oltre un anno, le indagini  avevano già coinvolto una decina di aziende con una prima tornata di perquisizioni. L’inchiesta della Procura della Repubblica di Udine, coordinata dal pm Viviana Del Tedesco, ha suggerito l’utilizzazione del reato di  “disastro ambientale”, così come normato dall’articolo 452 quater introdotto con la riforma del maggio 2015 in materia di delitti contro l’ambiente: un’«alterazione dell’equilibrio di un ecosistema», quindi, punita con la reclusione dai cinque ai quindici anni. In alternativa - la fase delle indagini preliminari consente piena fluidità alla definizione del capo d’imputazione -, potrebbe prendere corpo anche l’ipotesi dell’inquinamento ambientale, previsto invece dall’articolo 452 bis, a sua volta frutto della riforma e che punisce da due a sei anni «chiunque abusivamente cagiona compromissione o deterioramento significativi e misurabili di un ecosistema, della biodiversità, anche agraria, della flora o della fauna».

Sul registro degli indagati sono stati iscritti i nomi dei proprietari e dei conduttori di molti dei campi di: Pavia di Udine, Reana del Rojale, Fagagna, Tricesimo, Travesio, Treppo Grande, Terzo d’Aquileia, Basiliano, Campoformido; dai quali sono stati prelevati campioni che saranno analizzati in laboratorio.

Vedi anche: Friuli.it - Messaggero Veneto

   

 

Commissione Ue: bandire i neonicotinoidi per gli “elevati rischi per le api”

24 marzo 2017

pesticidiThe Guardian ha dato notizia della proposta che la Commissione sottoporrà presto agli Stati membri. Se questi non saboteranno il lavoro delle istanze comunitarie il bando potrebbe entrare in vigore già da quest'anno.
La decisione Ue è conseguente ai pareri dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che confermano le valutazioni scientifiche indipendenti sulle insostenibili conseguenze dell’uso dei pesticidi neonicotinoidi.
E' ampio il consenso scientifico sulle conseguenze e sui danni inaccettabili per le api esposte nei campi ai pesticidi neonicotinoidi.
Per Bee Life, il Coordinamento Apistico Europeo, Francesco Panella ha dichiarato:
Fino a quando l’Europa autorizzerà il crescente spandimento di pesticidi peggiori del famigerato DDT?

 L’inaccettabile impatto di un modello produttivo agricolo basato sul biocidio è oramai dato di fatto innegabile. L'impatto insopportabile di un modello di produzione agricola basata sul sistemico biocidio della fertilità è vieppiù innegabile. Api e impollinatori, tra gli altri, lo dimostrano.

 

Bel documentario de LA7 su api pesticidi e salute umana

 31 dicembre 2016

sferaDa conoscere e far conoscere, durata circa 50 minuti.

 https://www.youtube.com/watch?v=n2SSdfAhk-o

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

   inglese_18x12 francese_18x12 spagnola_18x12 tedesca_18x12

 
fb icon 325x325


logoriftec1

logoriftec2

Previsioni Meteo

meteo